Aci Catena: Tariffe Acqua approvate o ancora da approvare?

Bartolomeo Tagliavia (Organizer Meetup M5S Aci Catena)


Post dell’Assessore Russo:

In questi giorni sta arrivando nelle case dei
contribuenti la bolletta dell’acqua relativa ai consumi del primo trimestre,
quello pubblicato è l’importo medio, di una famiglia tipo, a sconfessare tutti
i CRITICONI, che prevedevano cifre assurde e paventano AUMENTI e nei prossimi
mesi sara’considerato anche lo sgravio di 9 euro a componente per i nuclei
familiari sotto gli 8.100 euro di ISEE… #fattinonparole #miglioriamolacitta
#cipieghiamomanoncispezziamo #foraicucchi 






Post del consigliere, sindaco in pectore, Aleo:



Bollette dell’acqua che ne pensate?



Con questi due post
siamo arrivati alla sfacciata  presa per i fondelli  da parte degli amministratori nei confronti dei cittadini.
Come si può mistificare la realtà delle cose in questo
modo così subdolo?
Partiamo dall’inizio, dalle cose non dette, e che questa amministrazione, esaminando  i comportamenti,  sta cercando di nascondere o quanto meno non portare a conoscenza dell’intera
cittadinanza.
TARIFFE. Il 21/11/2018  la Giunta Municipale delibera il Piano
Tariffario 2019 del servizio idrico
. 
Sono trascorsi 6 mesi, senza che nessuna comunicazione ufficiale sia stata data ai cittadini, nonostante già
il 02/01/2019 avevamo chiesto all’amministrazione di comunicare le tariffe
che sarebbero state applicate. Avevano posto anche altri ed importantissimi
quesiti: Quante fossero le utenze non
ancora non censite
; Se
alle utenze non fornite del sistema di auto-lettura venissero regolarmente
rilevati i consumi
(fidandoci sulla parola?)
Naturalmente non abbiamo ricevuto nessuna risposta, ne noi ne
soprattutto i cittadini, che quotidianamente hanno posto e continuano a porre
queste domande.
Per fare un
servizio alla comunità, alleghiamo noi
le tariffe, provvisorie,
 che sono state deliberate nel 2018 da applicare ai nuclei familiari in base alla loro composizione.
L’amministrazione
avrebbe potuto sanare la mancanza, cronica, di Trasparenza, allegando le
tariffe alla prima bolletta, così da rendere chiaro agli utenti il costo del servizio su base annua,
tenendo conto degli importi diversi per
scaglione di consumi
.
Sta qua
l’artificio, per non chiamarlo con il vero nome, Inganno, che
l’amministrazione sta propinando ai cittadini, facendo credere che il costo
annuo dell’acqua sarà irrisorio. La prima bolletta fa riferimento al consumo dei primi tre mesi dell’anno, ed
alla prima fascia di tariffazione, cioè
€ 0,496= per i primi 55 mc di consumo
, importo che aumenterà ad € 0,826= per consumi da 55 a
150 mc
, per passare successivamente ad  
0,925= per consumi da 151 a 240 mc
ed infine ad € 1,072= per consumi oltre i 241 mc per una famiglia tipo
composta da 3 persone.
Come Movimento
siamo sempre stati favorevoli alla tariffazione a consumo per un semplice
rapporto tra costo fisso e numero di beneficiari del servizio (una famiglia composta
da un solo nucleo non può pagare quanto una famiglia composta da 3 o 4 persone,
così come chi vive in un semplice appartamento non può pagare la stessa cifra
di chi vive in una villa con giardino e/o piscina). Le tariffe da applicare
però devono rispondere a due criteri imprescindibili equità e sostenibilità, in quanto l’acqua non un bene inesauribile,
e bisogna imparare ad utilizzare coscientemente un bene così prezioso.
Vogliamo porre la  nostra attenzione sull’iter legislativo che ha portato all’applicazione delle tariffe.
Le tariffe sono
state trasmesse all’ARERA per il provvedimento di approvazione
, ma l’ARERA ha già dato il proprio parere?=
O ancora aspettiamo la loro
autorizzazione?
Questo dubbio, molto forte, diventa
quasi certezza quando leggiamo nella bolletta tra le “Informazioni agli Utenti” che la “ Fattura emessa tenendo conto del Piano
Tariffario………  salvo EVENTUALE CONGUAGLIO per modifiche tariffarie indicate dall’ARERA.

Se il comune ci
informa di probabili conguagli allora le tariffe non hanno ancora il visto
dell’autorità competente
. Allora perché
sono già state applicate?
Infine rimane un’altra
domanda
, la più importante, che
vorremmo porre. Fermo restando l’approvazione delle tariffe da parte
dell’ARERA, queste per poter diventare
esecutive devono o non devono passare dall’approvazione in Consiglio Comunale?
Se l’approvazione
in consiglio non è necessaria dobbiamo sperare che l’Arera confermi le tariffe
inviate per evitare conguagli a fine anno.
Ma se invece
per rendere definitivo l’iter di approvazione delle tariffe, queste devono
essere approvate dl Consiglio Comunale
, ci troviamo di fronte ad un
gravissimo atto di “negligenza
amministrativa”.
Ma soprattutto, le 
possiamo ritenere valide?
Aspettiamo
nuovamente che l’amministrazione risponda nel merito delle domande poste, per
rispetto dei cittadini di Aci Catena.
Perché con 7
consiglieri su 16 all’opposizione
queste domande le deve porre un gruppo
politico che non ha rappresentanza in Consiglio?
La risposta è semplice, perché siamo l’unica reale forza di opposizione
presente ad Aci Catena.
Aci Catena,
25/05/2019
                                               IL
MOVIMENTO 5 STELLE    
                                                       ACI
CATENA
Per informazioni:
acicatenam5s@gmail.com

Tariffe Uso Domestico Residenti da 1 a 4 componenti
Tariffe Uso Domestico Residenti da 5 a 10 componenti


Tariffe Uso Altre Utenze


Tariffe Uso Alte Utenze


Servizio a cura di Agata Spinto Tg Etna Espresso del 25 Maggio 2019


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *