Aci Catena: Il mistero del Bilancio Partecipativo

Bartolomeo Tagliavia (Organizer Meetup M5S Aci Catena)


Basta, non
è più tollerabile la mancanza di
rispetto
istituzionale
che questa amministrazione dimostra nei confronti dei
cittadini di Aci Catena.
Ritorniamo
a parlare di Bilancio Partecipativo.
Son
passati ben 7 mesi dalla delibera di
Giunta con cui sono stati approvati
alcuni progetti presentati dai cittadini per gli anni 2016 e 2017, e ad oggi questa INCONCLUDENTE
amministrazione non ne ha realizzato nessuno.
E pensare che alcuni di
questi avrebbero potuto dare uno slancio considerevole al nostro Comune.
Passando
dall’attività sportiva, piuttosto che nell’ambito sociale.
Come non
sottolineare infatti uno dei 2 progetti approvati nel 2016; quello presentato dall’arch. Ernesto Sudano  sulla creazione di uno Skatepark che sarebbe
potuto diventare volano di una disciplina molto seguita ed apprezzata dai
giovanissimi non solo catenoti, con risvolti sportivi non indifferenti. O dei progetti del 2017 molti dei quali
avevano come area di riferimento quella
“sociale” con progetti sulle famiglie.
Ma ripetiamo, questa amministrazione non ne ha realizzato nessuno, nonostante
nessun impegno economico sarebbe gravato sul Comune.
L’unico impegno di cui
dovevano farsi carico i nostri governanti era quello dell’esecuzione
.
Ma
come si fa a pensare che, chi non è in grado nemmeno di programmare, poi possa
essere in grado di eseguire?
Programmazione
un ossimoro per questa amministrazione, che continuamente con le proprie azioni
fa si che quello che diciamo è dimostrabile. Come l’ennesimo atto emanato, che
conferma i loro limiti. Avendo l’abitudine di consultare periodicamente  il nostro sito istituzionale, aprendo la pagina del Bilancio Partecipativo
ci siamo accorti che è stato pubblicato
il Bando del Bilancio Partecipativo del
2018
. Leggendo il bando innanzitutto verifichiamo che il procedimento
attuativo e rimasto tale a quale a quello degli anni passati. Non vi è ancora
traccia del nuovo Regolamento del Bilancio Partecipativo che il Consiglio
Comunale avrebbe dovuto redigere al fine di rendere i cittadini titolari della
scelta su quale progetto approvare, e togliere all’Amministrazione Comunale
tale compito. 

Inoltre l’allegato B è
un susseguirsi di incredibili e negative
scoperte
. Si inizia con la delibera
di Giunta del 31/10/2018 la n. 138
ben mimetizzata nel titolo tra gli
atti amministrativi, così da rendere la ricerca più avvincente, per arrivare alla data ultima di
presentazione dei progetti fissata al 22/03/2019.
Ci
domandiamo:
ma
quando è stata data notizia di questa delibera?
quando
e soprattutto con quali mezzi sono stati informati i cittadini?
come può chi volesse
presentare un progetto conoscere la data ultima di presentazione se non si ha
notizia della possibilità di presentare un progetto?
  Inoltre, non conoscendo la delibera, come è
possibile sapere quali somme sono state
stanziate?
come
può, anzi come potrebbe un cittadino, associazione, ente, e quant’altro,
presentare un progetto senza sapere di quale budget si dispone?
Fortunatamente
per i cittadini meno per gli amministratori, siamo bravi segugi e pubblicheremo
noi la delibera con tutte le informazioni necessarie, e daremo massimo risalto
al Bando.
Non
abbiamo il timore di essere smentiti quando affermiamo che questa
amministrazione, e più precisamente il Sindaco, non nasconde la propria
OSTITLITA’ al concetto di “Partecipazione”. Nel Consiglio Comunale del
22/01/2019 come OdG vi era l’approvazione del Regolamento per il diritto di
audizione dei cittadini. Ebbene il Sindaco di questo comune, non lo chiameremo
mai più il nostro Sindaco, prendendo la parola ha dichiarato che non essendo
questo regolamento una norma di legge, non sarà obbligato a rispettarla.
Tradotto, se un cittadino, o una delegazione di cittadini volesse un’audizione in
Giunta, questa non verrebbe concessa.
Questa
mancanza di Trasparenza trova la sua massima espressione nella pubblicità mai fatta
al Bando del Bilancio Partecipativo del 2018.
Non
possiamo questa volta non affermare che questa amministrazione ha
deliberatamente evitato di informare la cittadinanza di tale strumento
. Non c’è altra
spiegazione.

Aci Catena, 09/03/2019
                                                                                Movimento 5 Stelle
                                                                                      Aci Catena

Per contatti:
acicatena.m5s@gmail.com

Servizio TG Etna Espresso 11 Marzo 2019 – Bilancio Partecipativo


All.B Bando Bilancio Partecipato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *