PROGRAMMA

#ACICATENA5STELLE

PROGRAMMA

ACI CATENA

5 STELLE

L’ONESTÀ CHE MUOVE ACI CATENA

Questo programma è il risultato di anni di attivismo politico svolto nel territorio di Aci Catena, a stretto contatto con i cittadini Catenoti, attraverso i gazebo settimanali, le iniziative, le istanze e l’impegno degli Attivisti, che si riuniscono, dal 2013, nel MeetUp Aci Catena 5 Stelle. L’esperienza maturata e le idee hanno permesso di ottenere una visione futura della Comunità Catenota, che questo gruppo di semplici cittadini attivi intende trasformare in realtà. Una visione semplice e certamente attuabile, ma ambiziosa, mediante la quale puntiamo a realizzare progetti concreti e mirati alle esigenze della nostra Città e dei nostri concittadini.

Le misure che si intendono attuare sono state qui organizzate in 6 macro-aree tematiche: Cittadini, Ambiente, Sviluppo Arte e Cultura, Trasparenza e Legalità, Pianificazione Territoriale.

L’ONESTÀ CHE MUOVE… I CITTADINI

Partecipazione Diretta: promozione della proposta di iniziativa popolare, degli incontri tra Giunta cittadini e associazioni, consultazioni on-line sulle proposte dell’Amministrazione, Bilancio e progetti partecipativi, mediante:

  • Potenziamento dello sportello URP;
  • Adesione alla piattaforma “Votofacile”;
  • Istituzione dell’Albo del “Cittadino in Giunta”;
  • Incontri periodici con i quartieri e le realtà associative;
  • Istituzione della Consulta Giovanile.

L’ONESTÀ CHE MUOVE… L’AMBIENTE

Stop Degrado:

  • We DU!, registrazione del Comune di Aci Catena al portale gratuito DECORO URBANO, che consente al cittadino di segnalare e mappare eventuali criticità legate al decoro degli ambienti urbani;
  • Controlli e campagne educative per promuovere l’osservanza delle norme igieniche durante l’accompagnamento di animali domestici nei luoghi pubblici, garantendo altresì la disponibilità di sacchetti compostabili e un adeguato numero di contenitori per le deiezioni, disposti sul territorio comunale;
  • Tutela dell’ambiente, bonifica e intensificazione dei controlli nelle aree soggette ad abbandono di rifiuti.

Rifiuti – No Spreco, Sì Risorsa: attuazione della strategia Rifiuti Zero, mediante:

  • Riorganizzazione e regolamentazione del Centro Comunale di Raccolta, ove conferire materiali ingombranti, RAEE, elettrodomestici, sfalci di giardinaggio, metalli.
  • Sistema di gestione integrato, per il conferimento e la rilevazione puntuale dei parametri della differenziata;
  • Coinvolgimento delle scuole e della cittadinanza in progetti formativi sulla differenziazione dei materiali e il loro recupero;
  • Campagne informative sul CCR;
  • Compostaggio Domestico, per il recupero della frazione organica; creazione di un Albo dei Compostatori;
  • Realizzazione di un centro per la riparazione, il riuso;
  • Creazione dello Sportello Ambientale.

Stop all’amianto e controllo delle emissioni:

  • Attuazione della Legge Regionale n.10/2014, (Norme per la tutela della salute e del territorio dai rischi dell’amianto), per il rispetto degli adempimenti in capo ai Comuni, nell’ambito della prevenzione o eliminazione dei rischi di contaminazione da amianto;
  • Mappatura degli edifici pubblici e privati, in cui viene è stata dichiarata o accertata la presenza di amianto e pianificazione degli interventi volti allo smaltimento.
  • Monitoraggio delle possibili emissioni di radon, gas cancerogeno presente in prossimità di faglie sismogenetiche, numerose sul territorio catenoto.
  • Monitoraggio dell’inquinamento elettromagnetico;

Acqua pubblica:

Controlli periodici sulla qualità dell’acqua erogata nelle fontane pubbliche, nelle case dell’acqua e nelle abitazioni private, e successiva pubblicazione dei risultati su apposita sezione del sito Web istituzionale e presso le case dell’acqua.

L’ONESTÀ CHE MUOVE… SVILUPPO, ARTE E CULTURA

Free Web: studio di fattibilità per l’implementazione del Wi-Fi gratuito ad ampio raggio (4G/5G – LTE) nelle zone di aggregazione comunali (ville – piazze).

Free Software nella pubblica amministrazione: promuovere e favorire l’utilizzo di sistemi operativi e software liberi nella pubblica amministrazione, al fine di ridurre i costi sostenuti per le licenze.

Promozione dell’artigianato e dei prodotti locali: istituzione del Catalogo delle Attività Artigianali presenti nel territorio e istituzione del registro di Denominazione Comunale di Origine (De.C.O.), per l’attestazione di origine di prodotti agroalimentari locali. Per il sistema produttivo e per le attività artigianali il nostro programma avvierà una robusta politica di sostegno alle micro, piccole e medie imprese, una politica per richiamare i giovani e l’imprenditoria femminile, locale e no, ad investimenti rapidi e immediati come solo lo strumento dello Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP), qualora correttamente applicato, può riuscire a fare. Tutti gli operatori del settore e le imprese start up, saranno invitati a presentare manifestazioni di interesse per realizzare la propria idea imprenditoriale, e sarà dato immediato corso ad ogni richiesta scongiurando qualsiasi lentezza burocratica e fornendo tutta l’assistenza necessaria per l’intercettazione delle diverse forme di finanziamento previste a livello europeo, nazionale e regionale. Sarà favorito e agevolato l’insediamento di nuove attività con la realizzazione dei “POLI PRODUTTIVI”, dimensionati in base alle effettive richieste pervenute.

Pazze piazze: realizzazione di eventi periodici e tematici per la promozione turistica, come Festa della Primavera, Mercato del Baratto, Mercato dell’Antiquariato, mostre d’arte e dell’artigianato.

Auditorium Comunale: utilizzo gratuito e regolamentato dell’Auditorium Comunale per eventi di carattere culturale, sociale e politico.

Mercato agricolo dei prodotti a “km utile”: realizzazione di un mercato destinato al commercio di prodotti locali o provenienti da filiera produttiva corta.

Orti Urbani, regolamentazione chiara e trasparente per l’assegnazione di terreni comunali a cittadini e associazioni, promuovendo la realizzazione di orti sociali come strumento di integrazione e solidarietà.

Rilancio turistico del Territorio:

  • Patrimonio storico ambientale (Soprintendenza BBCCAA, Ente Parco dell’Etna, ANCSA, etc.), la tutela delle emergenze paesaggistiche e naturali (Terme di Santa Venera, palazzo del Principe Riggio, centro storico, Eremo S.Anna etc) e la loro valorizzazione culturale e turistica costituiranno il primo volano di sviluppo economico e sociale per la nostra comunità
  • Percorsi Turistici & CicloTuristici, inserimento nel sito Web Istituzionale dell’Itinerario Cicloturistico “Le vie dell’acqua”, con il dettaglio del percorso e descrizione dei luoghi di interesse storico/culturale attraversati; collaborazione con tour operator specializzati nel settore, e siti di cicloturismo per la promozione e pubblicità del percorso.

Parchi Comunali:

  • Rassegna Cinematografica Estiva, attraverso la programmazione di proiezioni cinematografiche da tenere nelle aree interne dei parchi comunali;
  • Ripristino o riqualificazione delle aree destinate all’attività fisica

L’ONESTÀ CHE MUOVE… TRASPARENZA E LEGALITÀ

  • Taglio ai Costi della Politica:

    • Creazione di un Fondo Comunale per le Iniziative Sociali.
    • Accantonamento del 10% delle indennità spettanti al Sindaco, agli Assessori ed al Presidente del Consiglio Comunale per alimentare il Fondo Comunale per le Iniziative Sociali;
    • Applicazione del tetto del 50% sul compenso massimo erogabile ai Consiglieri Comunali del M5S, gli importi eccedenti al suddetto tetto verranno accantonati nel Fondo Comunale per le Iniziative Sociali;
    • Abolizione del principio “Una Commissione Un Gettone”, attraverso l’erogazione di un solo gettone, anche in caso di attività consiliari multiple nello stesso giorno;
    • Istituzione dei registri delle Presenze e degli Ingressi/Uscite, sia per le Commissioni Consiliari che per il Consiglio Comunale;
    • Erogazione del gettone di presenza subordinato alla durata minima delle Commissioni, fissata in 60 minuti;
    • Erogazione del gettone di presenza subordinata alla permanenza effettiva non inferiore al 75% della durata della seduta di Commissione o di Consiglio Comunale;
    • Pubblicazione sul sito web Istituzionale dei verbali dei lavori consiliari in formato digitale;
    • Riduzione degli incarichi esterni, valorizzando e facendo ricorso, quando possibile, alle risorse umane interne.

    Statuto Comunale – Regolamento Commissioni Consiliari – Sito Web e canali informativi:

    • Modifica dello Statuto Comunale e del Regolamento delle Commissioni Consiliari, introduzione nello Statuto Comunale del Referendum Propositivo e Deliberativo senza quorum, con particolare attenzione alle scelte impattanti sul tessuto urbano e sociale.
    • Istituzione del Question Time, tramite il quale i cittadini possono porre domande all’Amministrazione Comunale, durante sedute dedicate, in presenza della Giunta e secondo modalità stabilite tramite apposito regolamento;
    • Report Trimestrale dei lavori di Giunta scaricabili dal sito del Comune;
    • Diretta Streaming del Consiglio Comunale e delle Commissioni Consiliari;
    • Ristrutturazione del sito web istituzionale del Comune, adeguamento dello stesso al D.Lgs. 14/03/2013 n.33, riprogettazione secondo i parametri Web 2.0; integrazione di Servizi “Smart” destinati ad utenti portatori di handicap; introduzione del Sistema Pubblico di Identità Digitale;
    • Installazione pannelli informativi elettronici, per la diffusione di comunicati e informazioni utili.

    Appalti:

    • Supervisione lavori,continuare come Ente locale ad aderire all’Accordo di Programma Quadro Sicurezza e Legalità per lo Sviluppo della Regione Siciliana “Carlo Alberto Dalla Chiesa” stipulato in data 30/09/2003, tra il Ministero dell’Interno, il Ministero dell’Economia e delle Finanze e la Regione Siciliana;
    • Verifica degli appalti, svolgere un’attività di verifica degli appalti (assegnazione, gestione, subappalti  ecc.) di una certa entità, stipulati dalle precedenti Amministrazioni e a tutt’oggi in corso;
    • Appalti Certificati e sotto-soglia, operare un capillare controllo sugli appalti di piccola entità o c.d. sotto soglia, richiedendo anche per tale tipologia di importi-lavori la certificazione antimafia alle imprese interessate; e richiedere altresì agli organi preposti: Anac e Prefettura pareri, valutazioni, consigli o nulla osta, al fine di evitare infiltrazioni criminali che, in predetti importi-lavori rappresentano il vulnus del sistema degli appalti pubblici.
    • Prevenzione delle infiltrazioni, porre in essere una stretta collaborazione con la Prefettura al fine di richiedere accessi ai cantieri (ove esistano), intesi ad ottenere un più accurato controllo sulle imprese, maestranze, mezzi e altro, impegnate nella realizzazione di opere pubbliche sul territorio comunale. 

    Bilancio:

    • Riequilibrio finanziario, dal momento dell’insediamento, si procederà ad una revisione analitica di tutte le spese correnti, sia in valore aggregato sia per singolo Ufficio;
    • Lotta all’Evasione – Tasse Comunali, perseguire con ugni strumento l’evasione fiscale per una equa e giusta contribuzione da parte dei cittadini;
    • Recupero di risorse economiche, tramite l’istituzione di una task force comunale per il monitoraggio dei bandi previsti dai Fondi Regionali, Nazionali ed Europei, la partecipazione e il reperimento di risorse da vincolare ai progetti approvati.

    Lotta alla Criminalità e Corruzione:

    • Diffondere la Cultura della Legalità, attraverso la collaborazione con scuole e associazioni, incontri e seminari;
    • Tavoli periodici con le Forze dell’Ordine locali;
    • Immediate dimissioni di Consiglieri, Assessori, Sindaco, se raggiunti da Rinvio a Giudizio.

L’ONESTÀ CHE MUOVE… SCUOLA, SPORT E INTEGRAZIONE

Scuola:

  • Applicazione della legge regionale N.14 DEL 3 ottobre 2002, erogazione degli abbonamenti per il trasporto scolastico extraurbano a fasce di reddito;
  • Asili Nido Comunali, studio di fattibilità per l’istituzione di Asili Nido comunali con accesso gratuito alle fasce di reddito più basse;
  • Mensa scolastica, erogare il sevizio gratuito esclusivamente a fasce di reddito, tramite singolo voucher per consentire all’utente che fruisce della mensa di pagare solo quando consuma il pasto. 
  • Educazione Civica, Incremento delle iniziative aventi come scopo la promozione dell’educazione civica e la formazione dei futuri cittadini, in collaborazione con il Provveditorato agli Studi.
  • Lotta all’evasione scolastica – Stimolare e potenziare la collaborazione tra i servizi coinvolti nella prevenzione e lotta all’evasione scolastica, promuovendo azioni di sistema volti alla rieducazione ed al coinvolgimento dei giovani in percorsi formativi alternativi. (PON- FSE- Azione F1- F3- APQ- Piani di Zona, risorse Scuole Area a rischio).
  • Sicurezza, prevenzione del rischio sismico e vivibilità degli ambienti scolastici, controllo periodico delle strutture scolastiche, individuazione di fondi per interventi di Edilizia Scolastica e/o messa in sicurezza.
  • Sicurezza Scuole, studio di fattibilità per l’installazione di impianti di Video-sorveglianza all’esterno degli istituti scolastici.
  • Borse di Studio, istituzione di borse di studio indirizzate agli studenti neo-diplomati centisti residenti sul territorio, finalizzate allo scambio interculturale con i paesi stranieri gemellati.

Solidarietà:

  • Creazione di una rete comunale di assistenza, tra enti pubblici, religiosi e associazioni; istituzione della Consulta del Terzo Settore, allo scopo di individuare le esigenze dei cittadini meno abbienti;
  • Costituzione dell’Organismo di Composizione della Crisi da sovra-indebitamento;
  • Lotta allo Spreco Alimentare, coinvolgendo enti, associazioni riconosciute e attive nell’abito dell’assistenza ai bisognosi, incentivando le attività commerciali mediante sgravi TARI;
  • Formalizzazione del Patto Col Cittadino –  Prevedere piani di rientro per le famiglie in stato di sovra-indebitamento per le situazioni più indigenti e applicazione del Baratto Amministrativo;
  • Fondo Solidale per i Cittadini, mediante istituzione di un Fondo Comunale alimentato dalle eccedenze rispetto al tetto applicato sul cumulo dei gettoni erogabile ai Consiglieri Comunali del M5S, dai risparmi ottenuti dal mancato doppio gettone di presenza e dall’accantonamento del 10% delle indennità di Sindaco, Assessori e Presidente del Consiglio Comunale. Il fondo servirà a sostenere progetti di pubblica utilità scelti dagli stessi cittadini attraverso la piattaforma “votofacile”.

Integrazione:

  • Istituzione della Consulta per la Disabilità, al fine di avviare un dialogo permanente e individuare soluzioni, percorsi, progetti e attività finalizzate all’integrazione dei cittadini diversamente abili;
  • Servizio “Nonno Vigile”, servizio di volontariato degli anziani davanti le scuole per l’ingresso e l’uscita degli alunni;
  • Favorire l’integrazione tra culture diverse, tramite scambi culturali, corsi di lingua e arte culinaria, musica, promozione di varie discipline sportive, in accordo con rappresentanti delle minoranze;
  • Istituzione dello Sportello per il Cittadino Straniero;

Sport:

  • Riordino e/o riqualificazione degli impianti esistenti, verifica dello stato dell’arte e di gestione di tutte le strutture sportive comunali;
  • Fruibilità degli impianti sportivi e funzionamento della Consulta dello Sport, attraverso una regolamentazione chiara e trasparente, volta a garantire la funzionalità degli impianti e la promozione delle discipline, coinvolgendo associazioni e società sportive;
  • Sport sicuro, grazie all’installazione di defibrillatori negli impianti sportivi comunali e formazione di personale abilitato al loro utilizzo;
  • Sport per tutti, mediante promozione di progetti volti a rendere le pratiche sportive economicamente accessibili anche in circostanze economiche sfavorevoli, di rischio sociale o presenza di disabilità.
  • Promozione di manifestazioni ed eventi sportivi.

L’ONESTÀ CHE MUOVE… LA PIANIFICAZIONE ECOSOSTENIBILE DEL TERRITORIO

  • Piano Regolatore: aggiornamento del P.R.G., secondo le recenti normative in materia di trasparenza e partecipazione (Direttiva Europea V.A.S);
  • Protezione della salute: Obiettivo assoluto è la protezione del territorio dai rischi sismici e idrogeologici (torrente Lavinaio, collina Vampolieri), e la tutela della salute dei cittadini dai rischi legati all’amplificazione sismica (dovuta alla presenza delle numerose faglie sismo genetiche attive);
  • L’attività edilizia.  “CERTIFICATO VERDE”, un articolato procedimento di rigenerazione urbana, denominato “CERTIFICATO VERDE” (già condiviso con gli ordini professionali siciliani e le associazioni di categoria), consentirà l’utilizzo e la valorizzazione dell’immenso patrimonio residenziale esistente, spesso inutilizzato, e la riqualificazione delle aree periferiche. Con il CERTIFICATO VERDE si avvierà una reale perequazione urbanistica, che richiamerà investimenti nell’asfittico settore edilizio, creando occupazione all’insegna della riqualificazione urbana, con lo sviluppo del settore edile e quindi dell’occupazione, superando, una volta per tutte, la malintesa equazione: ESPANSIONE = SVILUPPO.
  • Il territorio agricolo e le sue risorse: La conservazione della biodiversità, l’uso sostenibile delle risorse naturali, la salvaguardia delle aree non urbanizzate e, in prima istanza, del paesaggio agricolo, sarà ottenuta incentivando le pratiche agricole virtuose con l’istituzione del “comprensorio agricolo”, trasformando in risorsa economica e occupazionale uno dei settori più sani del territorio catenoto.

Mobilità:

Redazione del Piano Urbano del Traffico e predisposizione del Piano di Sicurezza Stradale, per valutare e pianificare interventi sulla mobilità urbana pubblica e privata; per contrastare il crescente fenomeno di incidenti;

Rilevatori di velocità, ripristino dei rilevatori di velocità esistenti e studio di fattibilità per il posizionamento di nuovi rilevatori lungo le arterie che presentano i maggiori fattori di rischio.

• Studio di fattibilità per la realizzazione di un Servizio Navetta Comunale per il collegamento del centro alle frazioni, al cimitero e alle aree di interesse pubblico;

L’ONESTÀ CHE MUOVE… IL PIANO ENERGIA

Panificazione energetica:

  • Adesione al Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia, sottoscrizione degli obiettivi europei al 2030 per la riduzione delle emissioni di Gas Serra;
  • Realizzazione del Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima (PAESC), includendo progetti che permettano di accedere ai fondi europei per il finanziamento di misure quali: efficientamento energetico degli impianti di pubblica illuminazione e degli edifici/impianti pubblici, istituzione dello Sportello Comunale per l’Energia, aggiornamento del parco auto comunale con veicoli ad alta efficienza.
  • Attuazione di campagne informative rivolte al settore residenziale privato, per la diffusione delle fonti di energia rinnovabile, incoraggiando la creazione di reti di gruppi di acquisto solidale e la diffusione di buone pratiche e tecnologie per il risparmio energetico.